133 - Giugno 2010

Breve descrizione

magazine +2cd

More info

Prezzo di listino: € 10,00

Prezzo speciale: € 7,00

Disponibilità: Non disponibile

Nei 2 cd
Tre concerti per pianoforte e orchestra di Ciaikovskij (con la rara Fantasia da concerto), solista Mikhail Pletnev con la Philharmonia Orchestra diretta da Vladimir Fedoseyev, ovvero tre capolavori che, in quanto tali, furono accompagnati da un´iniziale diffidenza. O almeno così avvenne per il primo concerto in si bemolle minore, riconoscibile per il singolare inizio discendente: l´amico Nikolaj Rubinstein, celebre pianista dell´epoca al quale Ciaikovskij lo aveva dedicato, lo ritenne ineseguibile. Pur trovando una probabile giustificazione del rifiuto nelle meccaniche dei pianoforti russi di allora, con ampiezze sonore inferiori a quelle degli strumenti francesi che la composizione richiedeva, fu una storica gaffe. Il fattaccio, tuttavia, non scalfì la portata del capolavoro di Ciaikovskij, qui indubbiamente all´apice della letteratura concertistica di tutti i tempi. Per quanto riguarda l´esecuzione di Pletnev - non solo del primo ma di tutte e tre le composizioni pianistiche con orchestra - si è di fronte a un profondo interprete ciaikovskiano (vincitore del Concorso Ciaikovskij) che suona da compositore, assia con la consapevolezza delle ragioni costruttive dei brani affrontati.

Nel magazine
Mentre in copertina appare la violinista Patricia Kopatchinskaja in tutta la sua esuberanza d´interprete musicale con doti d´attrice, il pamphlet che apre i servizi punta all´attualità della fondazioni liriche. Vessate sì dal decreto Bondi, ma anche impelagate in sproporzioni e paradossi di marca tutta italiana. Si passa poi a raccontare di Graham Vick, regista inglese che lavora nel Belpaese sognando un Parsifal tutto italiano. Nel reportage è di scena invece il Sudafrica, dove la macchina mediatica dell´imminente mondiale di calcio ha segnato il primo autogol imponendo star d´Europa e d´America occultando l´unica opera su Mandela. L´evento di questo mese riguarda Caravaggio, che Paolo Da Col ha scoperto melomane indagando sui suoi quadri. Il compositore Guarnieri si racconta nelle sue partiture-lenzuolo affidate per i testi al filosofo Cacciari. Poi ancora, un pomeriggio con Vivaldi nel racconto di Carlo Vitali; la querelle sui microfoni all´Arena di Verona sollevata da Zeffirelli; la scienza dice che l´udito è già adulto a solo due giorni di vita; la partitura grafica con il primo concerto di Ciaikovskij da ascoltare con gli occhi. Infine attualità, eventi dal vivo, alla radio e in tv da non perdere, il cartellone e il palinsesto, i viaggi musicali di maggio, le novità dell’hi fi per classica e le recensioni di cd, dvd, libri, opere e concerti.