Il negozio online rimarrà chiuso dal 11/08 al 09/09, gli ordini arrivati in questo periodo saranno evasi dal 10/09
Prodotto in versione digitale: Rivista in formato PDF ed Album in versione WAV,MP3,AAC

224 - Gennaio 2018

Breve descrizione

Brani di Pergolesi, J.C. Bach, Mozart, Mendelssohn, Brahms e Beethoven eseguiti da Daniel Barenboim tra i 12 e i 16 anni

More info

Disponibilità: Disponibile

€ 4,90
€ 4,90

Disponibilità: Disponibile

Acquista

Acquista
NELL’ALBUM
Brani di Pergolesi, J.C. Bach, Mozart, Mendelssohn, Brahms e Beethoven eseguiti da Daniel Barenboim tra i 12 e i 16 anni.

PLUS
Debussy, Chanson des brises per soprano, coro femminile e pianoforte a quattro mani L 32 (1882), prima registrazione mondiale. Ensemble Les Essenti’elles, Sabine Revault d’Allonnes soprano e direttore del coro, Philippe Cassard, Jonathan Fournel pianoforte (da “Claude Debussy – The complete work” 33 cd Warner).
Le plus que lent. Valse, Claude Debussy pianoforte (da “Claude Debussy – The complete work” 33 cd Warner).
Paganini, Variazioni su una corda, Gautier Capuçon violoncello, Jérôme Ducros pianoforte (dal cd Warner “Intuition” in uscita il 2 febbraio 2018).
Da vedere come il laboratorio Wasp ha realizzato una scenografia operistica con una stampante 3d

NELLA RIVISTA

Centenari
(di Gian Paolo Minardi)
Nonostante i tentativi strutturalisti, a cento anni dalla morte di Debussy la sua arte resta pittorica. Il compositore francese avrebbe preferito dipingere. Tra impressionisti e simbolisti, il suo idolo era Turner

Il violoncellista
(di Luca Ciammarughi)
Una “cello story” che Gautier Capuçon ha messo in un disco ispirato ai momenti musicali vissuti dall’infanzia a oggi. Senza dimenticare l’incontro con la Argerich. E già pensando al prossimo progetto su Schumann

Reportage
(di Gianluigi Mattietti)
Un tempo era nemica dell’avanguardia. Oggi Mosca è al centro della scena musicale contemporanea. Con l’ex teatro di Stanislavskij che sforna rappresentazioni a getto continuo

Cover Story
(di Andrea Penna)
Simon Rattle lascia i Berliner per la London Symphony dopo aver importato in Germania il modello britannico di un’orchestra strumento educativo

Scoperte
(di Andrea Estero)
Concluse le recite di “Chénier”, Chailly individua una versione sconosciuta dell’opera di Giordano. Che svela un volto inedito del personaggio di Gérard e offre una nuova chiave interpretativa del Verismo

Classic Voice Cd
(di Michael Talbot, Carlo Fiore, Alfredo Bernardini)
L’oboe senza chiavi di Alfredo Bernardini esalta la diversità di ogni singola nota. Un’attenzione all’autenticità con cui il suo complesso sta ora affrontando la registrazione dei Brandeburghesi di Bach

Classic Voice Album
(di Luca Chierici)
Il viaggio del piccolo Barenboim ricorda quello mozartiano. E le sue esecuzioni dai dodici ai sedici anni sembrano Benedetti Michelangeli. Con una “Hammerklavier” impressionante

Fenomeni
(di Livia Ermini)
Per la prima volta le scenografie operistiche sono state prodotte da una stampante 3d a partire da un derivato del granoturco. E si possono distruggere o riciclare. La tecnologia entra in teatro. E qualcuno ipotizza l’arrivo dei robot in scena

Nelle rubriche
Nei cartelloni italiani l’operetta non è ricorrente. Ora Scala, Fenice e San Carlo faranno posto a pipistrelli, vedove allegre e signore “fair”. In diretta l’atteso “Lohengrin” della regista Mielitz su Classica. Con Thielemann sul podio e Netrebko come Elsa. Il viaggio musicale è a Ginevra: dagli sport alpini alle crociere sul lago Lemàno, la città elvetica ospita John Osborn protagonista del dramma lirico di Gounod. E oltre agli editoriali e alle rubriche fisse (Andrea Estero, Alberto Mattioli, Angelo Foletto, Quirino Principe) le recensioni di cd, dvd, libri, spettacoli e concerti firmate dai più autorevoli critici musicali