126 - Novembre 2009

Breve descrizione

magazine + 2cd

More info

Prezzo di listino: € 10,00

Prezzo speciale: € 7,00

Disponibilità: Disponibile

Acquista

Acquista
O
Nei 2 cd
Nei due cd inediti di questo mese, il testamento musicale di Schubert. Si tratta dei capolavori cameristici che presero forma nell´ultimo scorcio di vita del compositore, Tra piccole e grandi forme qui registrate dall´Ex Novo Ensemble con frammenti inediti, la scelta dei brani riguarda il periodo compreso tra il 1826 e il 1828. Due dischi, insomma, che ritraggono anche il profilo privato di Schubert,l´artista che a un anno dalla scomparsa di Beethoven, a Vienna, durante l´unico concerto monografico a lui dedicato in vita, nella sala piccola del Musikverein ricevette entusiastiche ovazioni, come raccontano le cronache degli amici, e l´incasso fu cospicuo. Dei brani eseguiti in quella significativa occasione, nei cd compaiono Auf der Strom (Sul fiume) e il Trio op. 100. Ma i cd contengono anche lo straordinario sfoggio virtuosistico della Introduktion und Variationen D802 opus 160, in mi bemolle minore, per flauto e pianoforte, su un tema di Die Schöne Müllerin, nr. 18, Trockne Blumen (gennaio 1824). E poi ancora il Trio D929, opus 100, in mi bemolle maggiore, per violino e violoncello e pianoforte (novembre 1827) che contiene la versione integrale del IV movimento (inviata da Schubert per la pubblicazione all’Editore B. Schott’s Söhne di Mainz il 9 febbraio 1828), il Rondò D895, opus 70, in si minore per violino e pianoforte (detto Rondeau brillant, 1826), Auf dem Strom, D943, opus 119 per soprano violoncello, pianoforte (marzo 1828, testo di Ludwig Rellstab), Der Hirt auf dem Felsen D 965, opus 129 per soprano, clarinetto e pianoforte (ottobre1828, testo di Wilhelm Müller e Helmina von Chézy), l´Allegretto in do minore D915 (26 aprile 1827, dedicato a Ferdinand Walcher), per pianoforte, e l´Adagio D897 opus posth. 148 (detto Notturno, 1827), per violino, violoncello e pianoforte.


Nella rivista
Emma Dante rivela a Classic Voice come sarà la sua prima regia di Carmen, a Sant´Ambrogio alla Scala. E poi un´inchiesta sul futuro dell´Opera che si appresta a decentrarsi affidandosi alle regioni. Quindi uno sguardo ai fenomeni televisivi chiedendosi se dai talent show sulla lirica possa emergere nuovo pubblico. E ancora, Chailly dice la sua da Lipsia; le trenta candeline sul cd che nasceva nel 1979; Perahia bachiano per caso; Bucarest fuori dal tunnel della dittatura si scopre classica con 280 concerti l´anno; il ritorno di Sonny Rollins a Milano e Roma dove il jazzista mancava da 17 anni; i cimeli musicali sono alla portata di tutte le tasche; La musica attira gli scrittori, non necessariamente filologi. Infine la presentazione degli appuntamenti più importanti del mese: L´Aquila riapre la stagione dei concerti, Ozawa al Maggio fiorentino con Janácek, Silvia Colasanti sul podio s´ispira al mito classico; dalla classica di ottobre alla radio e in tv alle proposte di viaggi musicali dell´autunno inoltrato; dalle novità dell’Hi-Fi alle oltre 50 recensioni di cd, dvd e spettacoli da vivo.