277 Giugno 2022

Breve descrizione

La musica per mandolino e fortepiano di Beethoven eseguite da Raffaele La Ragione e Marco Crosetto

More info

Prezzo di listino: € 11,00

Prezzo speciale: € 10,00

Disponibilità: Non disponibile

NEL CD ALLEGATO
La musica per mandolino e fortepiano di Beethoven (e due rarità dei suoi coevi Hummel e Bortolazzi) eseguite da Raffaele La Ragione e Marco Crosetto. Secondo "Le Monde” “Il giovane La Ragione è oggi per il mandolino ciò che Gustav Leonhardt è stato per il clavicembalo”.

NELL'ALBUM DIGITALE
Un inedito recital tenuto alla Rai da Teresa Berganza, con musiche di Cesti, Purcell, Rossini e Falla.

INCHIESTA (Luca Baccolini)
L’America ha dettato la linea. Parigi l’ha rilanciata. E ora anche Milano “riscrive” l’opera per evitare stereotipi razzisti. Il caso del “Ballo in maschera” - modificato alla Scala per evitare “l'orrido sangue dei negri” - è solo l’ultima tappa della cancel culture. Cui ora si aggiunge lo scenario bellico.

TOURNÉE (Livia Ermini)
Invece dei fucili, imbracciano i loro strumenti. Sono i professori dell’Orchestra Sinfonica di Kiev. Dispensati dalla guerra per compiere un tour nelle capitali europee. Li guida un maestro italiano, Luigi Gaggero. Anche loro affermano, in musica, il diritto della cultura ucraina a sentirsi europea.

STORIA (Mauro Balestrazzi)
Il secondo capitolo del long-form sul centenario della presa del potere di Mussolini: l'indagine sulla “fascistizzazione” del teatro musicale, un mondo in cui Toscanini conserva ancora un ruolo preminente. Con alcuni diktat imposti dall'alto: compositori italiani, opere nuove e interpreti stranieri solo se strettamente necessario.

CASTRATI (Valentina Anzani)
Evirati, razza dannata. Diventare castrati non era una scelta e comportava rischi enormi. La carriera di Antonio Bernacchi, maestro di Farinelli, è uno spaccato di vita del XVII secolo, ma anche un raro caso di riuscito riscatto sociale.

IN COPERTINA (Luca Baccolini)
Juan Diego Flórez si sdoppia per il Rossini Opera Festival: sarò protagonista in scena per “Le comte Ory”, ma l'ufficio lo attende come nuovo direttore artistico. “A Pesaro funziona tutto. Giusto che ci conoscano anche in Cina...”.

RICERCHE (Mauro Balestrazzi)
Mentre Villa Verdi finisce in vendita dopo una faida legale tra gli eredi del compositore, il primo convegno sugli studi del baule di Sant'Agata (“riaperto” grazie alla campagna stampa di “Classic Voice”) offre nuove prospettive di indagine: dalla cronologia di “Luisa Miller” ai balletti di “Nabucco”, dalla travagliata genesi di “Falstaff” ai progetti verdiani per quartetto d’archi.

EPISTOLARI (Sandro Cappelletto)
I carteggi inediti tra Verdi e il suo librettista Salvatore Cammarano svelano nuovi retroscena della macchina teatrale di metà ‘800. Tempi stretti, ritardi, convenzioni da sopportare e progetti mai realizzati: come il leggendario “Re Lear”.

IL CD ALLEGATO (Raffaele La Ragione)
Praga, fine ‘700: mentre risuona ancora l’eco trionfale di “Don Giovanni”, il giovane Beethoven compone alcuni brani per lo strumento a corde singole. Storia di amori taciuti per una contessina e di manoscritti spariti misteriosamente.

ALBUM (Luca Chierici)
Teresa Berganza: addio al mezzosoprano che ricordiamo per i suoi Mozart e i Rossini con Abbado alla Scala, una cantante di prima grandezza, allergica alla spettacolarizzazione. Che ascoltiamo in uno splendido recital tenuto alla Rai nella sua prima maturità.

CASE (Carlo Fiore)
L’erede di Mauro Giuliani ha allestito un museo con gli oggetti cari al suo avo. E noi, attraverso questi cimeli, raccontiamo il percorso artistico del famoso musicista che visse nella Vienna di Beethoven e Rossini.

RUBRICHE
I grandi appuntamenti teatrali fino a metà luglio 2022: il nuovo “Rigoletto” di Mario Martone alla Scala, “Otello” al Teatro Comunale di Bologna e il “Don Giovanni” al circo di Ferrara, con la regia di Moni Ovadia. A Napoli sbarca Barrie Kosky (“Eugene Onegin”). Su Rai Radio 3, da Venezia, ecco “Peter Grimes” firmato da Paul Curran, giunto alla nona regia del capolavoro di Britten. I viaggi in Europa: Romeo Castellucci mette in scena la Seconda Sinfonia di Mahler nello stadio di Aix-en-Provence. La rubrica “Note d’autore”, gli scrittori e la musica: Marcello Nardis esplora il mondo musicale di James Joyce, “tenore di Dublino”. E Carlo Alessandro Landini è “L'orecchio di Proteo”, nelle profondità uditive di Beethoven. E poi le recensioni di cd, dvd, libri e spettacoli dal vivo (tra cui “Le sette morti di Maria Callas”, lo spettacolo-performance di Marina Abramovic visto a Napoli) firmate dai più autorevoli critici musicali, tra cui Cesare Orselli, Elvio Giudici e Carlo Fiore.