Display onniscenti

display
A MiTo s’inaugura l’era dell’ascolto guidato

Debussy e Rachmaninov spiegati su maxischemi. È successo alla Scala per l’apertura di MiTo: Gianandrea Noseda dirigeva la London Symphony Orchestra mentre dai display posizionati ai lati del palcoscenico un testo indicava gli strumenti di volta in volta impegnati e sottolineava man mano l’azione musicale richiamando l’attenzione di coloro che non hanno una preparazione adeguata. Nicola Campogrande – il direttore artistico al quale va riconosciuto il coraggio di sperimentare strade nuove – a nostro avviso ha centrato l’obiettivo di avvicinare nuovo pubblico facilitando l’ascolto. Un inizio, insomma, di un percorso perfettibile che ha subito diviso platea e critica in favorevoli e contrari, ma tant’è. Non sarà questo a fermare Campogrande, dal momento che la materia del contendere di chi dice che la musica può essere spiegata e di chi pensa che sia puro rapimento sensibile data dai tempi di Schopenauer, Nietzche, Karl Kraus.
E tu cosa pensi di questa iniziativa? Saresti favorevole alla diffusione delle guide all’ascolto nei display normalmente utilizzati per i sovratitoli?

Sei favorevole alle guide d'ascolto simultanee?

Prodotti consigliati
222 - Novembre 2017
Classic Voice
24 - Ariosto e la musica
Classic Antiqua