Alla Siciliana

ENSEMBLE Ludus Orionis
CD Ludus Orionis 001

A rendere ancor più caotico l’ambiente della discografia internazionale, ossessionato dalla ricerca di novità e di pubblico, si aggiungono da qualche tempo le attraenti possibilità dell’autopubblicazione e dell’autoproduzione che gettano nel mare magnum delle proposte d’ascolto tantissime registrazioni che vanno dal dilettantesco al narcisista, perché di “auto” hanno ben poco ma
permettono a pagamento di saltare le valutazioni altrui.
Il “rumore di fondo” prodotto da tanto ciarpame rischia di far passere inosservate anche le rare pubblicazioni eccellenti, come quella dell’ensemble Ludus Orionis che ci consegna adesso l’antologia di riferimento sulla musica tardo-rinascimentale siciliana. Si tratta di un ampio ventaglio di fonti di poesia per musica, tanto in italiano quanto in siciliano, di autori come Giandomenico Martoretta,
Erasmo Marotta, ma anche Alessandro Stradella, Alessandro Scarlatti, Giovanni Bononcini (questi ultimi barocchi per cronologia ma ancora imbevuti di classicismo rinascimentale).
I brani – come spiega il musicologo Sergio Bonanzinga nel booklet – intonano la “canzuna” (un’ottava di endecasillabi a rima alternata) che configura una maniera “siciliana” d’intendere generi quasi sempre declinati secondo gli usi di altre latitudini della Penisola. Dall’ascolto ravvicinato di brani in italiano petrarchesco e guariniano e in siciliano è possibile fra l’altro comprendere quanto incida l’articolazione fonetica di una lingua sull’esito musicale.
L’ensemble si compone d’interpreti a dir poco esperti tanto nella vocalità madrigalistica (per esempio Jennifer Schittino, Santina Tomasello e Marcello Vargetto, opportunamente sicilofoni) quanto nel basso continuo (Patxi Montero e Giangiacomo Pinardi) già noti aver partecipato a molte incisioni di riferimento degli ultimi venticinque anni. Disco prezioso al quale augurare la piena evidenza.
CARLO FIORE


Prodotti consigliati
298 Marzo 2024
Classic Voice