Anna Netrebko “divorzia” da Putin

Nella nuova dichiarazione il soprano russo prende le distanze dalla guerra. Canterà nei teatri europei

Anna Netrebko torna sulle scene dopo il mese “sabbatico” seguito all’invasione della Russia ai danni dell’Ucraina. Lo annuncia con un comunicato stampa da Londra, chiarendo ulteriormente la sua posizione contro la guerra, e sottolineando di non aver rapporti diretti col Cremlino. Queste le sue parole integrali: “Condanno in modo esplicito la guerra contro l’Ucraina e i miei pensieri sono con le vittime di questo conflitto e con i loro familiari. La mia posizione sia chiara. Non sono membro di alcun partito politico né sono alleata con alcun leader russo. Prendo atto e mi rammarico che le mie azioni o dichiarazioni passate possano essere state fraintese. In realtà, ho incontrato il Presidente Putin solo poche volte in tutta la mia vita, e nello specifico, in occasioni in cui ho ricevuto riconoscimenti per meriti artistici o alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi. Per il resto, non ho mai percepito alcun sostegno finanziario dal governo russo, vivo e sono residente fiscale in Austria. Amo la mia terra d’origine, la Russia, e attraverso la mia arte cerco solo di portare pace e unione. Dopo questa pausa, da fine maggio tornerò ad esibirmi a partire dall’Europa”. Netrebko, che dopo il forfait in Adriana Lecouvreur alla Scala si era presa un periodo di pausa per uscire dall’occhio dei riflettori, s’era vista rescindere i contratti con il Metropolitan di New York sia per la stagione presente (dove avrebbe dovuto cantare Turandot), sia per quella futura (dove sarebbe stata Elisabetta di Valois in Don Carlos). In Europa sarà però di nuovo sul palcoscenico a partire da maggio. Confermando così implicitamente tutti gli impegni futuri, sia alla Scala sia all’Arena di Verona.

 

Su “Classic Voice” di carta o nella copia digitale c’è molto di più. Scoprilo tutti i mesi in edicola o su www.classicvoice.com/riviste.html

 


Prodotti consigliati
276 Maggio 2022
Classic Voice