Buoni-teatro come a New York

La Carlucci ha inserito la proposta nella bozza di legge

Buoni-teatro come a New York Se fino a oggi per studenti e anziani la scelta di quale concerto andare ad ascoltare era condizionata dal costo del biglietto, sull’esempio di quanto è successo il 4 dicembre alla Scala di Milano con l’anteprima a 10 euro voluta dal sovrintendente Stéphane Lissner, adesso esiste una proposta per l’istituzione di voucher destinati alle fasce di pubblico meno abbienti. L’iniziativa è stata ispirata da un’idea, peraltro non raccolta, dell’ex assessore alla Cultura Carruba a Milano,che è tanto piaciuta all’onorevole Carlucci da fargliela inserire nella bozza di legge sul Teatro di cui è relatrice. I buoni teatro già esistono in Canada e nell’Off-Broadway (26 marzo 2009).


Prodotti consigliati