Strauss Richard

Monaco di Baviera 11-VI-1864 - Garmisch 8-IX-1949

Strauss Richard Grande virtuoso del “poema sinfonico”, genere che con lui conosce il suo più grandioso sviluppo; audace riformatore del teatro d’opera, con i drammi dai toni espressionisti prima (Elektra, Salome), ispirati a un classicismo “nostalgico” poi (Il Cavaliere della rosa, Capriccio), cesellatore di pagine strumentali di parnassiana bellezza, Richard Strauss è uno dei maggiori compositori del Novecento. Il padre, Franz Joseph, era primo corno nella cappella di corte monacense; la madre, Josephine Pschorr, discendeva da un’agiata famiglia di produttori di birra. Il giovane Strauss mostrò prestissimo il suo talento. Aveva ventidue anni quando fu associato da Hans von Bülow nella direzione dell’Orchestra di Meiningen. Dopo un primo viaggio in Italia e un soggiorno a Bayreuth, fu nominato maestro sostituto all’Opera di Monaco e dal 1889 al 1894 Kapellmeister alla corte di Weimar, dove l’esecuzione del poema sinfonico Don Giovanni accese l’interesse intorno a lui. Dopo l’esordio come direttore alla corte di Monaco e nel 1898 alla regia cappella di Berlino, nella capitale divenuto ormai compositore di fama internazionale, diresse dal 1908 al 1918 l’Opera di corte. Nel 1914-1924 fu all’Opera di Vienna a fianco di F. Schalk; nel 1933, dopo un decennio dedicato alla composizione, accettò la presidenza della Musikkammer del Reich, che lasciò nel 1935. Caduto il Nazismo espatriò in Svizzera. Nel 1947 venne assolto dall’accusa di collaborazionismo.

Andrea Estero

Prodotti consigliati
24 - Ariosto e la musica
Classic Antiqua
04 - Wagner
Opera Gold
222 - Novembre 2017
Classic Voice