“Falstaff” di Bieito in diretta da Amburgo

Oggi alle 18 su "Classic Voice" in esclusiva la nuova produzione del capolavoro di Verdi

L’opera come tranquillo passatempo o dolce momento di relax per un pubblico benpensante? Non di certo con lo scomodo “regista dello scandalo” Calixto Bieito. Al teatro dell’opera di Amburgo, l’enfant terrible della regia è un ospite benvenuto per le sue produzioni di grande effetto, sempre ricche di sorprese.

L’ultima sua creazione è il Falstaff verdiano – per Calixto Bieito non solo una divertente satira apocalittica, ma lo scenario prototipico della nostra società moderna. Una commedia sarcastica che rivela la dimensione tragicomica dell’essere umano – questo è il Falstaff alla Bieito.

Il personaggio di Falstaff di Calixto Bieito è un viveur carismatico, ostinato e vivace, un omone corpulento e malinconico che con le sue provocazioni presenta il vero volto della nostra società.

Falstaff è l’ultima opera di Verdi, il suo testamento musicale. Un Verdi ormai libero dalle convenzioni che se ne infischia di quel che può pensare la gente. Il Verdi tragediografo si accomiata così con un sorriso dal suo teatro: “Tutto nel mondo è burla” – con queste parole si conclude l’opera. Una morale senza nessuna punta di amarezza.

Con Ambrogio Maestri – “il Falstaff dei giorni di oggi” – come protagonista e Maija Kovalevska nelle vesti di Alice Ford, il nuovo allestimento del teatro dell’opera di Amburgo si presenta con un cast sfavillante.


Prodotti consigliati