L'Alfredo di Pirgu val bene un 'Corelli'

E per Woody Allen è Rinuccio nella prima regia d'opera

LAlfredo di Pirgu val bene un Corelli Per il ruolo di Alfredo recitato nella Traviata andata in scena al Teatro delle Muse di Ancona (dove l’8 febbraio il tenore terrà un recital cui seguirà la premiazione) Saimir Pirgu si è aggiudicato il Premio Internazionale “Franco Corelli”. Alessio Vlad, direttore artistico di un Teatro particolarmente attento ai nuovi talenti, lo ha reso noto durante la conferenza stampa di presentazione della nuova Stagione anconetana. “È per me un grande onore vedere il mio nome accostato a quello di un grande come Franco Corelli”, ha detto il tenore, “e ringrazio chi ha voluto premiare il mio impegno, il mio amore per la lirica proprio in occasione del mio debutto in un ruolo che mi è particolarmente caro”. Salito agli onori delle cronache lo scorso ottobre per aver recitato nei panni di Rinuccio nella versione italo-americana del Gianni Schicchi firmato Woody Allen all’Opera di Los Angeles, prima regia lirica del cineasta clarinettista, Saimir Pirgu ègiàuna star internazionale. Dopo Ancona, infatti, sempre come Alfredo, ha debuttato alla Staatsoper di Vienna e all’Opéra di Losanna. Il prossimo marzo è atteso invece all’Opéra Royal de Wallonie di Liègi, mentre in aprile sarà il tenore del Requiem di Mozart diretto da Claudio Abbado al Lingotto di Torino.

Prodotti consigliati
246 - Novembre 2019
Classic Voice