Manoscritto di Mozart in mostra a Salisburgo

Un'opera di Eugenio di Ligniville trascritta da Wolfgang e Leopold Mozart

Mozart_K86_autogGrazie al generoso sostegno di un donatore privato, la Fondazione Mozarteum di Salisburgo è stata in grado di acquisire un manoscritto (17 x 22 cm) con 12 pagine autografate da Mozart padre e figlio. Si tratta della copia di un’opera di Eugenio di Ligniville (1727-1788) trascritta da Wolfgang e Leopold Mozart. Durante il Festival di Salisburgo (quindi fino al 30 agosto) l’autografo resta esposto presso la residenza di Mozart. Il manoscritto era passato in mani private verso la fine degli anni venti. Messo infine all’asta il 28 maggio scorso a Sotheby, Londra, è stato acquistato dalla Fondazione salisburghese per 167mila sterline (pari a 237mila euro).
Il manoscritto originale, che può ora essere presentato al pubblico per la prima volta, offre preziose informazioni relative agli studi musicali della famiglia Mozart. Wolfgang Amadé Mozart ha scritto la musica, Leopold inserito il testo, anche se incompleto. Essendo una trascrizione a scopo di studio originariamente non aveva un titolo, né alcuna indicazione dell’autore; le parole “Stabat mater” annotate sulla prima pagina sono state aggiunte successivamente nel secolo decimonono.
Per molto tempo è stato ipotizzato che il manoscritto risalisse al primo viaggio in Italia di Wolfgang, ma le analisi della carta e della grafia mostrano che la data esatta è il 1773. È prevista un’edizione a stampa del manoscritto (nell’immagine il facsimile della partitura autografa dell’Antifona KV 86 di Mozart).

Prodotti consigliati
04 - Wagner
Opera Gold
222 - Novembre 2017
Classic Voice