Mascagni – Amica

[interpreti] A. Malavasi, D. Sotgiu, P. Dilengite, M. Rosiello
[direttore] Manlio Benzi
[orchestra] Internazionale d’Italia
[1 cd] Dynamic 574

Opera di sesquipedale bruttezza, scritta da un Mascagni ormai privo del dono melodico e che tenta di rimpiazzarlo con una brodaglia infarcita di frattaglie le più putrefatte del wagnerismo più ovvio, quello d’un cromatismo impiegato (ma “fu vana impresa”, come dice Alvaro) a rinvigorire uno sciapo declamato con modulazioni cervellotiche che non vanno però da nessuna parte, stanno lì e l’unico frisson possibile è allora quello solito di tutto il gruppo d’impotenti che nel primo Novecento raduna gli autori di un’opera sola (cui una furba pseudomusicologia, onde tentare d’accrescerne lo scarsissimo valore, ha appiccicato Puccini, che viceversa com’aquila vola e costoro nemmeno li vede): una bella fiondata all’acuto sopra turgori orchestrali che più sguaiatamente spampanati non s’arriva a immaginare. All’epoca, cantanti cresciuti a tutt’altra temperie musicale e dunque tecnicamente ferrati, riuscivano a farcela: magari ci lasciarono la voce, ma insomma quei passaggi e quelle note assurde le portavano a casa. Oggi, figuriamoci. I cosiddetti grandi nomi si guardano bene dal perdere tempo a scassarsi le corde per operazioni nate morte, così si ricorre ai giovani: spingi di qua, apri là, grida dappertutto, in qualche modo si arriva alla fine, sopra un’orchestra bolsa e senza respiro e un coro che lasciamo perdere. A chi piace, ecco dunque l’ennesimo zombi musicale, per giunta con la pseudochicca culturale della sua versione in francese (una specie, quanto meno) dell’opera, giacché Amica nacque Amicà a Montecarlo: Anna Malavasi ha senz’altro temperamento e forse anche una voce, da qualche parte sepolta sotto l’imperizia tecnica in fatto di appoggio e proiezione; David Sotgiu è tenore comprimario senza la tecnica per fare almeno quello; Pierluigi Dilengite mugghia e sfoca ogni nota prima, durante e dopo il passaggio. Noia da tagliare a fette.

Elvio Giudici


Prodotti consigliati
269 Ottobre 2021
Classic Voice