Bruckner – Sinfonia n. 9

direttore Christian Thielemann
orchestra Staatskapelle Dresden
dvd C Major 733308
prezzo 24,20

 

simnmfonias9

L’ultimo frutto del ciclo dedicato al sinfonismo di Bruckner che Christian Thielemann va realizzando in questi anni con la gloriosa orchestra della Staatskapelle di Dresda è una Nona (nella versione originale in tre movimenti) che, incisa a Baden-Baden il 24 maggio 2015, arriva ora nei negozi in formato dvd e blu-ray.
Quale meravigliosa creazione dell’umanità sia questa Sinfonia non è necessario ribadire in questa sede. Piuttosto, val la pena sottolineare che in questi ultimi anni la “Incompiuta” di Bruckner ha preso a circolare come forse mai in passato. Basti pensare che in questi anni dieci l’hanno affrontata interpreti come Abbado, Barenboim, Gielen, Haitink e Rattle (in rigoroso ordine alfabetico), per dire solo i maggiori. E che ognuna delle loro interpretazioni è stata superlativa, quale per un motivo, quale per l’altro.
Bene, cosa apporta ora Thielemann alla storia interpretativa della splendida Nona? Cosa dice, al di là di una concertazione certamente di alto livello, realizzat a del resto da una formazione appunto gloriosa e di altissima affidabilità come quella di Dresda?
Difficile rispondere. L’architettura bruckneriana a vasti blocchi marmorei l’uno giustapposto all’altro trova per certi versi in Thielemann un interprete ideale, perché l’arte della transizione di una cosa nell’altra, stupefacente per esempio in Haitink, non è mai stata il suo forte. Il modo però con cui il direttore tedesco cammina entro questi perimetri è rigido, duro. Pesante, non per scelta timbrica, ma per poca agilità, cosicché lo slancio di un cantabile (qui viene in mente Abbado) è come compresso, la fattura di un contrappunto mai veramente aerea (Rattle), né il senso complessivo della forma è implacabile come in Gielen o il suono denso ma allo stesso tempo vivo come in Barenboim. Insomma, questa di Thielemann sembra una prova accademica, priva di quella personalità che possa definire una reale identità interpretativa. Perciò non lascia un segno capace, indipendentemente dal gusto, di far riflettere.
Enrico Girardi

 


Prodotti consigliati
301 Giugno 2024
Classic Voice