PERSONE dell’anno 2018

Che cosa lascia in eredità il 2018 in campo musicale? “Classic Voice” se l’è chiesto insieme a tutti i collaboratori della redazione, cercando di individuare gli artisti o le istituzioni il cui percorso artistico e umano fotografa l’anno e lascia un segno importante per intensità di vissuto, creatività e innovazione, proiettato sul futuro. Più di tutti, l’anno è segnato dalla storia incredibile e – successivamente – dalla rinascita di Daniele Gatti. La motivazione è che questo grande talento della direzione d’orchestra soltanto pochi mesi fa sembrava irrimediabilmente perso, sprofondato sotto gli effetti di gravi accuse a mezzo stampa che gli erano costate la carica di direttore musicale dell’orchestra del Concertgebouw di Amsterdam e l’ostracismo più o meno dichiarato di altre istituzioni. E ora, invece, riemerge come da un abisso con la nomina a direttore musicale del Teatro dell’Opera di Roma, per il quale dirigerà tre o forse quattro titoli a stagione: a partire dal raffinato, sorprendente, verdianissimo Rigoletto che ha inaugurato questa, e dalle Vêpres siciliennes che – si dice – apriranno la prossima.

Scopri qui sotto i primati nelle varie categorie.

Prodotti consigliati
236 - Gennaio 2019
Classic Voice
235 - Dicembre 2018
Classic Voice