Sostakovic Sinfonie n.8, 9, 10

direttore Kirill Petrenko
orchestra Berliner Philharmoniker
1 blu-ray e 2 cd berliner-philhamoniker-recordings

Queste tre sinfonie di Sostakovic, composte nel 1943,1945 e 1953 sono state recentemente pubblicatenella serie berliner-philharmoniker-recordings; ma eranostate registrate senza pubblico, nel 2020-21, all’epoca delcovid: è lecito presumere che per questa particolare circostanza Kirill Petrenko abbia scelto tre sinfonie vicinenell’ordine numerico; ma diverse e complesse nella loro collocazione e significato. L’Ottava è una sinfonia “di guerra”, scritta quando la vittoria si stava profilando; ma carica di dolore e disperazione, che si attenuano soltanto nella vaga luce di speranza dell’ultimo tempo. La Nona è una celebrazione della vittoria del tutto antiretorica (e come tale fu molto criticata), presenta un doloroso secondo tempo in Si minore (la tonalità della ”Patetica” di Ciajkovskij), che segna un forte contrasto con gli altri e in particolare con quelli che seguono. Petrenko nella Nona sottolinea l’ironia, come non mi era accaduto mai di sentire con tanta evidenza. La Decima, composta dopo la morte di Stalin, ce ne offre un ritratto nel breve Scherzo (se possiamo credere a ciò che l’autore avrebbe detto a Volkov), dopo la desolazione del “Moderato” iniziale e prima del gioco sulle note Re-Mi bemolle-Do-Si, che nella notazione tedesca corrispondono alle iniziali del nome e cognome del compositore (D-S, da pronunciare es, Mi bemolle, CH), nel Finale trionfalmente ribadite con significativa insistenza. Esistono numerose registrazioni di queste sinfonie; ma la compiutezza delle interpretazioni di Petrenko e dei Berliner è davvero straordinaria, e valorizzata dal video nel blu-ray che si affianca ai 2 cd e che include anche una intervista a Petrenko. Paolo Petazzi


Prodotti consigliati
301 Giugno 2024
Classic Voice