Piero Rattalino – Liszt pianista Tecnica e ideologia

Tecnica e ideologia
editore Zecchini
pagine 155
euro 20

lixxone

Dopo il Beethoven improvvisatore ed estensore di esercizi di Luca Chiantore, arriva il Liszt performer di Piero Rattalino. L’attenzione per la dimensione esecutiva storica, e i suoi rapporti con la creatività, è giustamente contagiosa. Anche se l’autore precisa che “il discorso appena aperto sul Liszt pianista potrebbe benissimo chiudersi per insufficienza di prove”. Come documentare, infatti, la dimensione performativa in rapporto a un’epoca prefonografica? I mezzi – spartiti, lettere, metodi, cronache – sono indiretti, ma ci sono. E Rattalino li decifra seguendo l’idea di una reciproca influenza tra creatività e manualità, tra invenzione e fisiologia, tra “tecnica e ideologia”. Individuando, con immaginazione definitoria, quattro fasi: Biedermeier, rivoluzionaria, illuministica e visionaria. E badando a cosa del pensiero e della prassi lisztiana possa appartenere ancora al tempo presente.
Andrea Estero

 

 

 

 

 

 

 

Prodotti consigliati
04 - Wagner
Opera Gold
222 - Novembre 2017
Classic Voice
24 - Ariosto e la musica
Classic Antiqua