Nell’intimità di Puccini

Speciale Festival: al via il 65° festival a Torre del Lago. E si visita anche lo studio di composizione

“America Forever”, canta Pinkerton, quando ancora le sue intenzioni non sono state smascherate. Il rapporto tra Puccini e l’America sarà al centro della 65° edizione del Festival Puccini, dal 12 luglio al 24 agosto, e anche della mostra organizzata nel foyer del Gran Teatro all’aperto di Torre del Lago. L’America non è solo quella subìta da Madama Butterfly (in scena dal 27 luglio nel nuovo allestimento di Stefano Mazzonis di Palafrera con Hiromi Omura in Cio Cio San e Stefan Pop in Pinkerton) ma è anche quella della Fanciulla del West, il titolo inaugurale del 12 luglio, con la regia di Renzo Giaccheri, la direzione di Alberto Veronesi e Maria Guleghina nei panni di Minnie. Il viaggio nelle terre pucciniane non può trascurare il Museo Puccini di Lucca, che festeggia quest’anno i 40 anni di attività. Qui sono custodite anche le bozze del libretto di Fanciulla e una prima bozza de La bohème, in scena a Torre del Lago dal 20 luglio al 30 agosto con Angela Gheorghiu nel ruolo di Mimì (3 e 10/8). Tra gli altri titoli che completano il cartellone appare anche Tosca (con la coppia Maria Guleghina/ José Cura) e l’alfa e omega teatrale di Puccini: Le Villi e Turandot. A Torre del Lago sarà poi possibile visitare per la prima volta il secondo piano restaurato di Villa Puccini, aperto al pubblico da poco più di un mese. In queste stanze, abitate per più di vent’anni dal Maestro, c’è anche lo studio di composizione (nella foto in basso, ndr), che conserva gli armadi, la poltrona, il grande scrittoio, tutti arredi originali, così come quelli della stanza che ospitò i parenti di Giacomo ed Elvira e quelli del piccolo salotto: qui si ammirano due poltrone rivestite con antichi lini, un servizio da liquore riposto in un pregiato mobile vetrina, un giradischi d’epoca e due dipinti provenienti dalla Villa di Viareggio del Maestro. Un viaggio nel tempo e nell’intimità della sua musica.

 

Nel numero di luglio-agosto di “Classic Voice” – in edicola o su www.classicvoice.com/riviste.html – lo SPECIALE FESTIVAL  con i più importanti avvenimenti dell’estate classica, in Italia e all’estero, dal vivo alla radio e in tv

 

Prodotti consigliati
246 - Novembre 2019
Classic Voice