Recensioni Concerti

Cherubini – Medea

Quando un'opera s'identifica  strettamente con un interprete, ogni scostamento dai suoi parametri esecutivi sembra bizzarria. Medea, fino agli anni Cinquanta poco più d'un nome nella biografia d'un autore peraltro quasi mai eseguito, fu qu...

Mascagni – Amica

interpreti A. Nizza, E. Ferrer, A. Veccia direttore Antonino Fogliani regia Rudy Sabounghi teatro Costanzi Erano proprio necessari gli sforzi congiunti di Montecarlo, Roma e Livorno per riportare alla luce uno dei più dimenticati titoli di Mascagni, Ami...

Francesconi – Beethoven – Hard Pace – Sinfonia n. 9

Il titolo del nuovo pezzo di Luca Francesconi, Hard Pace, è un acrostico costruito con le sillabe iniziali di Hardenberger, strepitoso interprete alla tromba, Pappano, il direttore d’orchestra, e Cecilia: il pezzo è stato commissionato, infatti da...

Puccini – La bohème

È tutto “troppo”, in quest’incisione che, inserendosi in un catalogo tra i più ricchi, per giustificarsi abbisognerebbe di proposte interpretative un po’ diverse e migliori di quelle di fornire ennesima vetrina a merce vocale che la superpro...

Dusapin – Passion

Tra le proposte più attraenti del sessantesimo Festival di Aix-en-Provence c’era una novità assoluta di Pascal Dusapin, Passion, un atto unico in dieci sezioni su libretto italiano del compositore in collaborazione con Rita De Letteriis. Accoglien...

Mozart – Zaide

Si può rappresentare il consistente frammento di Zaide, che Mozart compose a Salisburgo prima dell’Idomeneo e lasciò incompiuto? Temo che non si possa. La difficoltà maggiore dipende dalla perdita dei dialoghi parlati che collegavano fra loro i p...

Milano Festival Barocco – Pietre sonore

Quando il caldo si fa intollerabile, le chiese sono gli unici luoghi non condizionati a regalare refrigerio. Per questo, ma anche per la mancanza di altre iniziative musicali degne di una città come Milano tra giugno e luglio, che va sostenuta la nas...

Roussel – Padmavati

Nuovo corso al Festival dei due mondi, edizione numero 51: arriva Giorgio Ferrara, accolto da osanna ed evviva con corredo di strali e contumelie per la passata gestione Menotti. Quella di Francis, s’intende. Sulla carta per Giancarlo solo latte e m...